La Corte di Nebbia e Furia di Sarah J Maas

Oh mio dio!

Buongiorno lettori,

questo articolo non poteva che iniziare con un esclamazione per quello che sto per presentarvi.

La Corte di Nebbia e Furia “, il secondo libro della serie ACOTAR di Sarah J. Mass

Titolo: La Corte di Nebbia e Furia

Autore: Sarah J Maas

Editore: Mondadori

Prezzo cartaceo: € 15.21

Prezzo ebook: € 8.99

Genere: Fantasy

Numero di pagine: 622

Trama:  “Una piccola parte di me bisbigliava che potevo sopravvivere ad Amarantha; potevo sopravvivere alla transizione in quel nuovo corpo estraneo… Ma non ero sicura di poter sopravvivere a quella cavità vuota e fredda nel mio petto. Persino durante i periodi più bui, quella parte di me era stata piena di colore, di luce. Forse diventare una Fae l’aveva distrutta. Forse Amarantha l’aveva distrutta. O forse l’avevo distrutta io, quando avevo ficcato i pugnali nei cuori di due innocenti e il loro sangue mi aveva scaldato le mani.”

Dopo essersi sottratta al giogo di Amarantha e averla sconfitta, Feyre può finalmente ritornare alla Corte di Primavera. Per riuscirci, però, ha dovuto pagare un prezzo altissimo. Il dolore, il senso di colpa e la rabbia per le azioni terribili che è stata costretta a commettere per liberare se stessa e Tamlin, e salvare il suo popolo, infatti, la stanno mangiando viva, pezzetto dopo pezzetto. E forse nemmeno l’eternità appena conquistata sarà lunga a sufficienza per ricomporla. Qualcosa in lei si è incrinato in modo irreversibile, tanto che ormai non si riconosce più. Non si sente più la stessa Feyre che, un anno prima, aveva fatto il suo ingresso nella Corte di Primavera. E forse non è nemmeno più la stessa Feyre di cui si è innamorato Tamlin. Tanto che l’arrivo improvviso e molto teatrale di Rhysand alla corte per reclamare la soddisfazione del loro patto – secondo il quale Feyre dovrà passare con lui una settimana al mese nella misteriosa Corte della Notte, luogo di montagne e oscurità, stelle e morte – è per lei quasi un sollievo.

Ma mentre Feyre cerca di barcamenarsi nel fitto intrico di strategie politiche, potere e passioni contrastanti, un male ancora più pericoloso di quello appena sconfitto incombe su Prythian. E forse la chiave per fermarlo potrebbe essere proprio lei, a patto che riesca a sfruttare a pieno i poteri che ha ricevuto in dono quando è stata trasformata in una creatura immortale, a guarire la sua anima ferita e a decidere così che direzione dare al proprio futuro e a quello di un mondo spaccato in due.

I libri della serie: 
1. La corte di rose e spine – A Court of Thorns and Roses (la mia recensione qui)
2. La corte di nebbia e furia – A Court of Mist and Fury
3. Una corte di ali e rovina – A Court of Wings and Ruin
3.1 A Court of Frost and Starlight ( senza titolo in Italia)

Recensione

Quando mi hanno detto di comprare a occhi chiusi tutta la serie ovviamente io non mi sono fidata (SCEMA), ho acquistato però il seguito di ACOTAR per poter dare una seconda possibilità alla serie (il mio cervello: grazie al cielo!).

Il primo mi ero piaciuto si, ma non poi così tanto da uscirne di testa, invece questo libro l’ho divorato, amato e ora sono pronta a leggere il terzo e ultimo volume. Non so bene perché mi piace di più, forse per la figura di Rhysand? Forse per tutti i personaggi che ci vengono presentati, Cassian, Amran, Mor, Azrial.

Dopo aver ucciso Amarantha, finalmente Prithyan è libera dalla tirannia, ma Feyre è quella che ne sta pagando più di tutti le conseguenze. Finalmente può stare con Tamlin, può sposare l’amore della sua vita ma c’è qualcosa di diverso in lei. La notte si sveglia con gli incubi, la paura le attaglia le viscere, il suo aspetto è più simile a quello di un fantasma. Ma cosa la turba?

Il giorno delle nozze è arrivato, troviamo un Feyre scossa, quasi che non vede l’ora che tutto questo abbia fine, vuole tornare a rinchiudersi nelle sue stanze e non pensare. Tamlin dal canto suo non sembra rendersi conto che nella sua sposa c’è qualcosa che non va.

Sarà la figura misteriosa di Rhysand a capire il grande potenziale di Feyre, sarà proprio l’odioso e antipatico Signore della Corte della Notte a portare via Feyre da quella gabbia dorata e ridarle ossigeno.

All’inizio non capivo tutte queste simpatie per Rhysand, infondo ha portato via Feyre da Tamlin. Ma poi ho capito! Mi sono sciolta, ho iniziato a tifare per loro due e mi sono dimenticata completamente di Tamlin.

Sarah J Mass è stata molto brava sotto questo aspetto, ho letto e ascoltato molte altre recensione su questo libro, tutte facevamo il tifo per Tamlin all’inizio ma poi quando ci presenta il Signore Supremo della Corte della notte tutte abbiamo cambiato idea.

Mi è piaciuto molto, ho adorato lo stile di scrittura della Mass anche in questo libro. Ho apprezzato il cambiamento che avviene in Feyre, ho tifato per lei e Rhys subito dopo aver capito che tra loro ci sarebbe stata un’intesa pazzesca.

Insomma ora sono curiosa di sapere come andrà a finire. Riusciranno a sconfiggere una volta per tutte il male? Salveranno il mondo magico dalla minaccia?

SE VOLETE ACQUISTARE ” La Corte di Nebbia e Furia ” di Sarah J Maas  CLICCATE QUI 

Leave a Reply